giovedì 10 luglio 2014

Riscaldamento Tecnico, possesso 4vs2


In qualità di unico articolista de Il Nuovo Mister porgo le più sentite scuse ai miei lettori per il periodo di mancate pubblicazioni.
Oggi, però, torno ad offrire il mio contributo a tutti gli appassionati e continuerò a farlo con la puntualità di sempre.

L’argomento di questo articolo è la Fase di Attivazione, la prima parte della Seduta di Allenamento.

Ci sono ancora istruttori e allenatori che tendono a minimizzare il Riscaldamento, scegliendo di non dedicare a questa fase la grande attenzione che merita.

Una fase di attivazione organizzata e curata nel dettaglio permette di:
  • aumentare la vasodilatazione, l'approvvigionamento di sangue ai muscoli e di conseguenza favorire l'apporto di nutrienti e lo scambio gassoso al muscolo in attività;
  • aumentare gli impulsi nervosi al muscolo;
  • migliorare lo smaltimento delle scorie;
  • aumentare la temperatura corporea per fare in modo che l'attività degli enzimi responsabili della produzione di energia possa essere ottimizzata.
Si ritiene inoltre che l'innalzamento della temperatura corporea mediante il riscaldamento migliori la funzione muscolare portando ad una maggiore elasticità dei muscoli.

Ecco la proposta:

esercizio_13961

Obiettivo Primario: Riscaldamento tecnico

Obiettivo Secondario: Smarcamento

Categorie consigliate: Prima Squadra, Juniores, Allievi, Giovanissimi, Esordienti

Numero giocatori: 6

Minuti esercitazione: 10

Numero di serie: 2

Minuti di recupero: 3

Numero di recuperi: 1

Tempo totale: 23 minuti

 

Descrizione

Si organizza il Campo di Allenamento come i figura, dividendo i giocatori in gruppi di 6 in base al loro numero complessivo.

Quattro giocatori si posizionano sui lati del quadrato e due in mezzo.
I giocatori in possesso hanno l'obbligo di rimanere sul lato del campo, senza addentrarsi al suo interno.

I giocatori in fase di non possesso invece devono recuperare palla senza aggredire il diretto avversario, ma intervenendo sulla linea di passaggio.
Per questo proposito è necessario che i giocatori in fase di non possesso si dividano lo spazio di gioco imparando a correre in maniera sensata: uno attacca il possessore per impedirgli il passaggio e l'altro si porta sulla linea di trasmissione. 
In questo modo il Mister può lavorare anche sulla Comunicazione, un aspetto fondamentale per una squadra di calcio.

Solo al fischio del Mister i giocatori in mezzo possono essere sostituiti dagli altri, in questo modo è il l'Allenatore a dettare i tempi di gioco in base agli obiettivi che desidera raggiungere per mezzo dell'esercizio.


Si tratta di un'esercitazione che può essere soggetta a molte variazioni, tra cui il numero dei tocchi che i giocatori possono utilizzare.
Questo dato risulta fondamentale perché incide sul Ritmo dell'esercizio, un aspetto importante per rendere il riscaldamento il più possibile proficuo.

 

Materiale Occorrente

Palloni
Birilli
Casacche